CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO - CALABRIA
La presenza delle donne aumenta la qualità degli eletti in Parlamento

Lunedì 30 Luglio 2018
Cgil Calabria

Gli studi di economia e sociologia lo confermano: la presenza delle donne aumenta la qualità degli eletti in Parlamento e in tutte le assemblee elettive in genere. Eppure in politica, e più in generale ai posti di vertice, continuano a essere poche, delle “mosche bianche”, costrette molto spesso dentro degli stereotipi che ne mortificano il valore. Trovo sia questo il motivo principale per cui, al netto di un generale principio di parità che trova pieno riscontro nella nostra Carta costituzionale, il Consiglio regionale della Calabria ha il dovere di procedere alla candelarizzazione della proposta di legge regionale sulla doppia preferenza di genere per far sì che la prossima tornata elettorale consenta una maggiore rappresentanza femminile in seno alla massima assemblea legislativa calabrese. Questo tipo di misura ha l’indubbio pregio di voler "abituare" l’elettore a votare sia per uomini sia per donne, concorrendo così a realizzare quel clima culturale favorevole all’idea che il rinnovamento di cui hanno bisogno le Istituzioni passa anzitutto per una più equa rappresentanza dei generi perché, come magistralmente ci racconta la storia delle donne calabresi, il potere delle donne può fare la differenza in tutti i campi della società. La Calabria ha evidentemente bisogno di costruire e realizzare grandi cose. Partire dal presupposto che l'apporto delle donne possa essere decisivo è essenziale.

 

Catanzaro 30 Luglio 2018                                    La Segreteria

                                                                       CGIL Calabria

 

Altre notizie
SOCIAL


TESSERAMENTO
Clicca qui
DA NON PERDERE