CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO - CALABRIA
Non si può più assistere inermi all'occupazione delle poltrone fine a se stessa

Venerdì 22 Novembre 2013
Cgil Calabria
Come tutti sanno, è in scadenza il mandato, al Presidente dell'Autorità Portuale di Gioia Tauro e della Calabria; già di per se, un ruolo di fondamentale importanza per tutti in porti calabresi, ed in particolar modo per il porto di Gioia Tauro, che si troverà nei prossimi mesi ad affrontare gli esuberi del personale oggi in cassa integrazione. Il lavoro che si troverà ad affrontare il nuovo Presidente, sarà importantissimo per il futuro della portualità calabrese, si dovranno affrontare le problematiche relative al porto di Crotone, di Corigliano, di Palmi, di Gioia Tauro e di Villa San Giovanni, che riguardano il futuro di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie, con delle specificità diverse per ogni singolo porto, ma che devono essere affrontate con il massimo della professionalità e competenza. Solo per quanto riguarda la realtà del porto di Gioia Tauro, è in scadenza la cassa integrazione che riguarda quasi 500 lavoratori diretti, oltre le difficoltà per tutto l'indotto portuale. Sono problemi sociali che devono essere affrontati con determinazione e fermezza, chiamando alle proprie responsabilità tutti i soggetti che hanno un ruolo in questa delicata vicenda, che da tre anni ormai, vede tutta una serie di impegni assunti, ma disattesi per portare fuori dalla crisi un'intera area portuale. Come Filt Cgil, auspichiamo che non si guardi solo ad una “poltrona “ da occupare politicamente, se non si cerca invece la dovuta professionalità, si rischia solo di fare danni irreparabili per tutta la Regione, in un settore che potrebbe avere enormi progressi . Mai come in questa fase la politica deve fare un salto di qualità, deve abbandonare i vecchi schemi e deve dare un segnale forte ai cittadini ed ai lavoratori, non si cerchi solo il nome che sia gradito alla politica, ma si cerchi un soggetto che sia “in possesso della massima e comprovata qualificazione professionale nei settori dell'economia e dei trasporti portuali” così come dice la Legge, anche perchè, come gli addetti ai lavori sanno, il Presidente, oltre ad avere queste conoscenze di carattere tecnico, deve assolvere con la dovuta autorità e competenza, al ruolo di Presidente del Comitato Portuale, l'organo che comprende al suo interno, tutti i soggetti istituzionali e che assume decisioni fondamentali per lo sviluppo della portualità. Tutto ciò è fondamentale, nella scelta di un Presidente di un'autorità Portuale qualsiasi, sul territorio italiano, ma in particolar modo, lo è a Gioia Tauro, perchè da noi siamo già un passo avanti rispetto a tutte le altre AA.PP.del paese. La nostra è la vera Autorità Portuale di carattere Regionale, così come gli orientamenti legislativi guardano al futuro delle AA. PP., un motivo in più quindi, per avere alla guida del più importante ente della nostra Regione, una figura che governi, rilanci e gestisca con autorevolezza questa fase di crisi drammatica. Non ci stancheremo mai di ribadire, che le potenzialità dei porti calabresi, sono state valorizzate solo in minima parte, così come per Gioia Tauro, che risulta ancora oggi essere il più grande porto nazionale, pur vivendo la sua fase più critica; ma è tutto il sistema portuale regionale, che ha enormi potenzialità di sviluppo, solo che la politica dovrebbe per realmente crederci. Segr. Reg. Filt Cgil Salvatore Larocca
Altre notizie
SOCIAL


TESSERAMENTO
Clicca qui
DA NON PERDERE