CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO - CALABRIA
ordine del giorno sull'indimidazione alla Cgil approvato dal direttivo della Filt-Cgil nazionale

Mercoledì 21 Dicembre 2011
Cgil Calabria
Comitato Direttivo Nazionale Filt-Cgil (Roma, 20 dicembre 2011) Ordine del giorno Il Direttivo Nazionale della Filt-Cgil esprime la più netta e sdegnata condanna di quanto pubblicato su un social network. A margine di una vertenza, su cui si stanno tenendo le assemblee dei lavoratori, che riguarda la crisi del porto, rappresentanti di un sindacato di base hanno pubblicato la foto di un caricatore di proiettili e la foto del cadavere di Guido Rossa con l'auspicio “che altri facciano la stessa fine”. Non si tratta di atti compiuti con leggerezza come sostiene la difesa compiuta dal sindacato autonomo SUL che giustifica quelle foto e quei commenti come se potessero trovare origine e ragione in una vertenza sindacale. Si tratta invece del tentativo di intimorire e minacciare i nostri rappresentanti e la nostra azione pubblica in una realtà ambientale fortemente condizionata sul versante sociale ed occupazionale. Usare il cadavere di Guido Rossa, patrimonio non simbolico della CGIL e di un Paese che si oppose fino al sacrificio estremo al terrorismo ed alla intimidazione fisica, è figlio di una cultura della violenza estranea alla storia del movimento dei lavoratori. La richiesta alla Magistratura di aprire una indagine è la nostra dimostrazione che non vogliamo cedere a logiche di scontro chiedendo con forza proprio alle istituzioni preposte di agire per accertare responsabilità collettive ed individuali. La CGIL e la Filt-Cgil continueranno a svolgere alla luce del sole ed a testa alta la propria azione, non cedendo nè ad intimidazioni, nè a ricatti, nè al venir meno della tutela della propria storia e dei propri rappresentanti a Gioia Tauro e nel Paese.
Altre notizie
SOCIAL


TESSERAMENTO
Clicca qui
DA NON PERDERE