CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO - CALABRIA
Dichiarazione stampa della FP CGIL su concorsi OSS Cosenza e Reggio Calabria

Pronti al ricorso al TAR Calabia

Giovedì 27 Aprile 2017
<p class="Corpo" style="font-family: Arial, Helvetica; font-size: 14px;">
<b><span style="font-size: 13pt; font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif;">Dichiarazione stampa di Bruno Talarico (segretario generale) su concorso OSS Azienda Sanitaria di Cosenza e Reggio Calabria<o:p></o:p></span></b></p>
<p class="Corpo" style="font-family: Arial, Helvetica; font-size: 14px; text-align: justify;">
<b style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">Catanzaro: 27/04/2017:</b><font face="Times New Roman, serif"><span style="font-size: 13pt;">&nbsp;Come FP Cgil di Catanzaro/Crotone/Vibo Valentia, con riferimento al concorso per 32 OSS bandito&nbsp;</span><span style="font-size: 17.3333px;">dall&#39;Azienda</span><span style="font-size: 13pt;">&nbsp;Sanitaria di Cosenza, facciamo presente di avere nelle scorse settimane inviato al Direttore Generale dell&rsquo;Azienda &nbsp;una precisa diffida a non proseguire oltre, in considerazione proprio della vigenza della graduatoria dell&rsquo;Azienda Sanitaria di Crotone per lo stesso profilo sanitario.</span></font></p>
<p class="Corpo" style="font-family: Arial, Helvetica; font-size: 14px; text-align: justify;">
<font face="Times New Roman, serif"><span style="font-size: 13pt;">In tale contesto abbiamo anche stigmatizzato l&rsquo;analogo concorso bandito anche</span><span style="font-size: 17.3333px;">dall&#39;Azienda</span><span style="font-size: 13pt;">&nbsp;Sanitaria di Reggio Calabria che dimostra come nella nostra regione, in materia di sanit&agrave;, esistano diverse repubbliche ognuna con un proprio ordinamento e</span></font><i style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">&nbsp;modus operandi</i><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">, allo stato l&rsquo;unica Azienda Sanitaria ad aver osservato le leggi ed i regolamenti vigenti nonch&eacute; le indicazioni della Struttura Commissariale &egrave; quella di Catanzaro, la quale per la copertura dei posti OSS</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">&nbsp;&nbsp;</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">ha chiesto lo scorrimento della graduatoria di Crotone.</span></p>
<p class="Corpo" style="font-family: Arial, Helvetica; font-size: 14px; text-align: justify;">
<span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">Su tali decisioni, a nostro avviso&nbsp;</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">&nbsp;</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">in palese contrasto con l&rsquo;attuale sistema normativo, abbiamo richiesto anche l&rsquo;intervento del Dipartimento Salute della Regione Calabria, ed ovviamente, come da copione, tutti tacciono Struttura Commissariale compresa la quale non solo non ha ritenuto di convocare l&rsquo;incontro richiesto ma ha, ancora una volta, dimostrato di fare due pesi e due misure e di chiedere il rispetto dei suo decreti a corrente alternata.</span></p>
<p class="Corpo" style="font-family: Arial, Helvetica; font-size: 14px; text-align: justify;">
<span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">L&rsquo;unico a non tacere, purtroppo, &egrave; il management dell&rsquo;Asp di Cosenza&nbsp;</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">&nbsp;</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">che con una missiva, dal contenuto molto discutibile ed opinabile in punto di fatto e di diritto, ha tentato di spiegarci la correttezza del concorso, posizione che non ci ha meravigliato pi&ugrave; di tanto.</span></p>
<p class="Corpo" style="font-family: Arial, Helvetica; font-size: 14px; text-align: justify;">
<span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 13pt;">Pertanto &egrave; chiaro ed evidente che la nostra azione non si ferma qui, per cui laddove nonostante le nostre diffide tali concorsi dovessero rimanere in piedi la strada obbligata sar&agrave; il ricorso alla magistratura amministrativa che sul punto si &egrave; pi&ugrave; volte pronunciata confermando le nostre obiezioni, ovviamente a sostegno degli aspiranti OSS idonei ed aventi diritto che si ritengono lesi poich&eacute; il sindacato non pu&ograve; agire direttamente.</span></p>
 
Altre notizie
SOCIAL


TESSERAMENTO
Clicca qui
DA NON PERDERE