CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO - CALABRIA
“INFRASTRUTTURE E POLITICHE INDUSTRIALI IN CALABRIA”

ORDINE DEL GIORNO COMITATO DIRETTIVO 22 DICEMBRE 2016

Venerdì 30 Dicembre 2016
Cgil Calabria
Il Comitato Direttivo della Fillea Cgil Calabria, riunitosi in data odierna, esprime ancora una volta la propria contrarietà a considerare completato l'ammodernamento dell'a/3 che, invece, necessita di ulteriori interventi, tra l'altro, già previsti, tanto da comprenderli sia nella Legge di stabilità 2014 che nel Decreto Sblocca Italia, con due Macro-Lotti tra Cosenza e Altilia Grimaldi e lo svincolo di Laureana di Borrello. Altresi rivendica la progettazione, finanziamento ed esecuzione degli interventi sui seguenti altri tratti dell'a/3: Castrovillari-Sibari e Pizzo S.Onofrio. Inoltre lamenta i ritardi di intervento sulla SS/106, a partire dal Megalotto 3 , a causa delle complesse vicende procedurali e del relativo finanziamento,per un'arteria da mettere in sicurezza in gran parte del suo tracciato e comunque necessaria per evitare l'isolamento del litorale ionico calabrese. Per queste considerazioni rivendicative il C.D. Fillea Cgil Calabria chiede interessamento, interventi e sorveglianza al Governo Regionale, ritenendo comunque necessario l'avvio di un confronto con la Giunta Regionale e il suo Presidente. Pertanto propone l'avvio di un Tavolo permanente per affrontare le problematiche del Piano Regionale Infrastrutturale, relative alle opere viarie, ferroviarie, i nuovi ospedali e le case della salute, la cura del territorio, ecc... contemperando che la proficuità della conseguente programmazione contestualmente risponde a miglioramenti di ordine sociale , di sviluppo economico e occupazionale. Così come risulta necessario, per il nostro settore, il confronto sulle Politiche Industriali, con chiaro riferimento ai Comparti produttivi che afferiscono ai materiali per le costruzioni (settori del Legno, Laterizi, Cemento, ecc..), per tentare il rilancio e/o riconversione delle esperienze esistenti attraversate dalla crisi e allo stesso tempo promuovere la sfida per l'avvio di una nuova generazione di aziende temperate alla competitività ed alla innovazione tecnologica della produzione e dei prodotti, il tutto per favorire un riscontro positivo in termini di occupazione settoriale e quindi per mettere in campo una idea di Piano per il Lavoro in Calabria con reale e concreto collegamento tra le attività produttive e la programmazione delle politiche attive mirate a creare occupazione e rioccupazione. Infine il C.D. Fillea Cgil Calabria auspica che nel confronto-concertazione da avviare con il Governo Regionale debba esserci un coinvolgimento delle grandi Committenti Nazionali, a partire da Anas per le infrastrutture viarie e da RFI e Trenitalia per quelle ferroviarie, al fine di garantire, attraverso un quadro programmato e finanziariamente compartecipato, un effettivo ammodernamento infrastrutturale della Regione, utile per favorire reali prospettive di sviluppo, legalità e lavoro. Lamezia Terme, 22 Dicembre 2016 IL COMITATO DIRETTIVO
Altre notizie
SOCIAL


TESSERAMENTO
Clicca qui
DA NON PERDERE