CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO - CALABRIA
Incertezze sull''applicazione della NASPI per gli stagionali e gli operatori del lavoro domestico.

Mercoledì 21 Ottobre 2015
Cgil Calabria
Incertezza sulle sorti dell'applicazione della NASPI per i lavoratori stagionali e gli operatori del lavoro domestico. Il tema degli ammortizzatori sociali appare oggi quanto mai controverso, il D.L.n° 22 del 4 marzo 2015 , Disposizioni per il “riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati”, ha imposto gravi penalizzazione nei confronti dei lavoratori stagionali del comparto turistico e termale nonchè gli operatori del lavoro domestico e dell'assistenza domiciliare. Nonostante Il successivo intervento correttivo avvenuto con il D.L. n° 148 del 14 settembre 2015 , Disposizioni per il “riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in deroga in costanza di rapporto di lavoro” che ha sanato, per i soli operatori turistici e termali, il tema della durata della NASPI per il 2015, salvaguardando i lavoratori con durata Naspi inferiore a 6 mesi, per quanto attiene tali lavoratori e più in generale tutti i lavoratori stagionali e discontinui, ad oggi non è stato ancora previsto nessun intervento per il 2016. Ritenendo urgente e necessario porre in essere un correttivo legislativo per rimediare a tali penalizzazioni recuperando per tutti questi lavoratori un sistema di assicurazione sociale tale da garantire la pari condizione di trattamento rispetto agli altri lavoratori, unitariamente FILCAMS, FISASCAT CISL e UILTuCS hanno inviato, in data 1 ottobre, una lettera ai due Presidenti della Commissioni Lavoro di Camera e Senato, Damiano e Sacconi, con la richiesta di un incontro sia per illustrare le difficoltà attuali e quelle prossime, derivanti dalle penalizzazioni del nuovo regime di assicurazione sociale. Il 15 ottobre la Filcams insieme a Fisascat e Uiltucs, sono state ricevute dal Presidente della Commissione Lavoro della Camera On. Cesare Damiano in un incontro informale che prelude ad una probabile audizione ufficiale che avverrà nelle prossime settimane. Abbiamo esposto le problematiche relative alle penalizzazioni che la nuova indennità di disoccupazione comporterà per i lavoratori stagionali (con particolare riferimento a quelli del Turismo e delle Terme) e come la circolare INPS 142/2015 introduca condizioni discriminatorie per l'accesso al sostegno al reddito per circa 300.000 lavoratrici domestiche e assistenti famigliari. La Presidenza tuttavia non ha nascosto le difficoltà ad apportare correttivi tali da ripristinare lo status quo ante soprattutto per quanto attiene gli "stagionali"; si è comunque resa disponibile a prendere in carico la questione e a lavorare ad una proposta di emendamento in legge di stabilità. Più a portata di mano appare la soluzione per Colf e "badanti" in quanto la penalizzazione nasce da una circolare interpretativa dell'iNPS e come tale più aperta a correzioni. Intanto le OO.SS. hanno convenuto, in vista della prossima audizione, di produrre un nostro documento di sintesi e proposta. Filcams CGIL Calabria
Altre notizie
SOCIAL


TESSERAMENTO
Clicca qui
DA NON PERDERE