CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL LAVORO - CALABRIA
Presto il Decreto della Regione Calabria per la Centrale del Mercure

Giovedì 08 Novembre 2012
Cgil Calabria
Grande soddisfazione è stata espressa dai lavoratori della centrale del Mercure che da mesi combattono per aver garantito il loro diritto al lavoro per la conferma che è stata chiusa ufficialmente la Conferenza dei Servizi per la riattivazione della centrale del Mercure con esito positivo. Come si ricorderà, una sentenza del Consiglio di Stato aveva costretto la Regione Calabria ad indire una nuova Conferenza dei Servizi per un vizio di forma in quella precedente, che aveva autorizzato l'avvio dei lavori di riconversione da Olio Combustibile a Biomasse di legno vergine. In qualsiasi altra parte del mondo la riconversione di una centrale termoelettrica che ha come combustile gli idrocarburi e si progetta di trasformarla a biomasse di legno vergine, sarebbe stata accolta con grida di giubilo e soddisfazione, ma non in Calabria. Grazie a ricorsi e controricorsi di gente senza scrupoli, che con le loro bugie hanno convinto anche una piccola parte della popolazione di quella valle, il procedimento precedente è durato la bellezza di ben dodici anni e, quando già l'Azienda aveva prodotto buona parte dell'investimento economico e centinaia di lavoratori erano all'opera, un ultimo ricorso al Consiglio di Stato rischiava di vanificare tutto. Per fortuna questa volta la Conferenza dei Servizi si è conclusa entro i novanta giorni previsti dalla legge vigente (rispetto ai dodici anni precedenti, sembra un miracolo), grazie alla solerzia ed all'impegno sia della componente politica che di quella burocratica della Regione Calabria ed i lavori possono quindi essere completati per entrare in produzione. “La lotta dei lavoratori ha dato i suoi frutti – dichiarano all'unisono i Segretari Generali di FILCTEM-CGIL – FLAEI-CISL e UILCEM-UIL Umberto Pisanti, Mimmo Portaro e Gino Campana. Decine di manifestazioni a difesa del loro sacrosanto diritto al lavoro nella propria terra, culminate con l'attenzione delle nostre Segreterie Nazionali Confederali, espressa anche nel grande raduno del 13 ottobre scorso a Catanzaro, hanno sortito l'effetto sperato. In questo momento di soddisfazione non vogliamo ricordare quella piccola parte della politica locale che pilatescamente ha preferito nascondere la testa sotto la sabbia, ma vogliamo dare atto e merito a quanti hanno lottato democraticamente per un loro sacrosanto diritto ed a quanti hanno fatto si che questa fonte di reddito e ricchezza per il territorio non si disperdesse. Il Sindacato è al fianco dei lavoratori e della gente e lo sarà sempre nel rispetto della democrazia e della correttezza – concludono i tre leaders sindacali”. FILCTEM-CGIL – FLAEI-CISL – UILCEM-UIL SEGRETERIE REGIONALI CALABRIA
Altre notizie
SOCIAL


TESSERAMENTO
Clicca qui
DA NON PERDERE